Guerra legale tra Comune e Caffè Teatro

Dopo la decisione di Vincenzo Spadafino, gestore del Caffè del Teatro, di presentare ricorso al Tar dopo la decisione del Comune di sospendergli l’aggiudicazione, a causa di alcune inadempienze il Comune mette a bilancio la somma necessaria per affrontare le spese legali. La spesa presunta, che consiste nei compensi degli avvocati, ammonta a 10.150,40 euro e parte di questa somma andrà sotto la voce “Consulenze e incarichi diversi Amministrazione Patrimonio Immobiliare”. La querelle che ha come protagonista il Caffè del Teatro si trascina dallo scorso anno quando anche Paolo Brofferio, titolare del Caffè Romeo di via Carlo Marx partecipò al bando di assegnazione della gestione, perdendo dopo una guerra legale a più riprese. Il Caffè del Teatro è stato infatti assegnato a Spadafino dopo un ricorso al Tar. Il Comune, nelle ultime settimane, ha revocato  relative, tra l’altro, all’Agenzia delle Entrate, riferite a 3 iscrizioni a ruolo per liquidazione del modello Irap, oltre al Durc non regolare al primo agosto 2013.

Leggi tutto

Comments are closed.